Ricerca personalizzata
Ricerca personalizzata

domenica 20 luglio 2008

La convenzione europea dei diritti dell'uomo

La convenzione europea dei diritti dell’uomo è stata firmata il 4 novembre 1950, ratificata dall’Italia nel 1955 (gli altri stati lo hanno fatto nel 1953). Essa può essere considerata la punta di diamante per la tutela a livello internazionale dei diritti umani, anche se già nel 1648 nel trattato di Vestfalia erano contenute norme atte a tutelare i diritti dell’uomo in quanto singolo e non come membro di uno stato. Con la pace di Vestfalia gli stati si riconoscono come stati cristiani, ed è proprio dal 1648 che si sono avviati i primi passi per una codificazione dei diritti dell’uomo svolti all’interno degli ordinamenti statali. L’esperienza inglese si colloca a parte in quanto già nel 1215 viene emanata la Magna Charta, documento fondamentale dell’istituzione statale inglese, nel 1648 il Bill of right, la dichiarazione degli USA nel 1787, tutti documenti che hanno consentito ad uno sviluppo della codificazione dei diritti dell’uomo.

Tuttavia i primi punti della tutela sono mossi da convenzioni internazionali di diritto umanitario, il diritto internazionale bellico. Nel 1684 viene emanata la convenzione sul miglioramento dei feriti, le 4 convenzioni di Ginevra sulla protezione dei civili; nel 1677 i due protocolli, dei quali uno disciplina i conflitti armati internazionali e l’altro disciplina i conflitti armati non internazionali.

In USA ci sarà il primo tentativo di reprimere a livello internazionale ciò che sarà poi definito genocidio (in tal caso ci si riferisce agli armeni ad opera della Turchia) dopo la seconda guerra mondiale, seguendo due direttrici, la prima quella di inserire nel trattato di pace di processare i responsabili degli omicidi alla Turchia, e l’altro di processare il Kaiser Guglielmo II per violazione alla sacralità dei trattati (in quanto ha violato il trattato di Versailles). In tal modo si hanno 4 trattati di Pace:

v il trattato di Versailles (con la Germania)

v il trattato con la Turchia (impero ottomano)

v il trattato con l’impero austro-ungarico

v il trattato con la Bulgaria

Nella prima bozza del trattato con la Turchia era previsto di processare i responsabili di genocidi, ma in concreto e nella stesura finale tale clausola fu abbandonata e mai resa vincolante.

Con Guglielmo II vi fu un terrorismo interno, il quale portò alla costituzione di Weimar. Il Kaiser si rifugiò in Olanda sposandosi con Guglielmina, la quale si oppose a che Guglielmo fosse sottoposto a processo affermando che un capo di stato non può esser processato perché gode dell’immunità diplomatica. Di conseguenza la Germania nazista aveva iniziato la violazione dei diritti umani già prima della seconda guerra mondiale, la Germania non fu tale solo all’avvento di Hitler.

Nessun commento:

Politics Top Blogs Directory of Politics/law/government Blogs feeds2read http://www.wikio.it