Ricerca personalizzata
Ricerca personalizzata

sabato 12 luglio 2008

I paesi Baschi: una minoranza sempre più importante

La protezione della lingua catalana ha creato ulteriori problemi con l’ultimo statuto nel 2006. Uno dei giudici della corte costituzionale (Perestrems) si è dimesso perché vi era un conflitto politico per il fatto che il partito popular ha cercato di avere tutti i giudici dalla propria parte politica. In Spagna i giudici della corte vengono eletti 3 dai giudici del consiglio superiore della magistratura e poi da parlamento, nonché quelli nominati dal re. E’ sorta quindi una battaglia politica forte contro la maggioranza nazionalcatalana.

Anche nei Paesi Baschi troviamo una conflittualità politica e giuridica come in Catalogna, ma vi è un elemento in più perché è presente anche un forte terrorismo: ETA. Tale movimento nasce come opposizione al franchismo e continua anche dopo Franco la battaglia per la secessione. Ha fatto molti morti (anche se minori in confronto alla Camorra in Italia).

(scandalo del Gahl: gruppi di poliziotti infiltrati da soli in questa organizzazione, hanno ucciso membri dell’ETA su ordine del partito socialista).

I Paesi Baschi hanno una situazione politica complessa. L’ETA trova un appoggio politico nel partito Harry Batasuma (HB), il quale costituisce il braccio politico dell’organizzazione terroristica. Tuttavia è stato dichiarato illegale dal partito popular, rafforzato tale concetto dalla ley de partido del 2002. Esiste ma è illegale. Ma non c’è solo questo partito estremo dal punto di vista nazionalista, ma c’è anche quello moderato partito nazionalista (PNV) ed è il partito che governa nei Paesi Baschi (Ibarechs è il leader). Tale partito condanna il terrorismo ma è comunque fortemente nazionalista. Il progetto di statuto dei Paesi Baschi infatti è molto nazionalista, rimane quindi questo progetto politico di stato associato con lo stato spagnolo, tramite i cosiddetti patti con i fueros. Il costituzionalismo è giunto alla conclusione che nazione e popolo sono la stessa cosa, tuttavia in Spagna sono presenti le varie nazionalità e questo complica un po’ le cose sia a livello politico sia a livello giuridico.

In Catalogna non c’è questo terrorismo, sono molto nazionalisti ma seguono strade diverse per giungere alla autonomia.

Poi nei Paesi Baschi si ha il partito della sinistra nazionalista (EA), quindi i nazionalisti ci sono in entrambi gli schieramenti.

Il partito popular e il partito socialista nei Paesi Bassi sono partiti non nazionalistici baschi ed in qualche modo vanno d’accordo e hanno questo punto in comune, per contrapporsi agli altri partiti, mentre in Spagna, al governo di Madrid, sono totalmente opposti e rappresentano i partiti più importanti e forti dello stato spagnolo. I due partiti hanno avuto molti morti ad opera dell’ETA (si ricorda il caso Blanco tra i più significativi.

Il partito popular non tratta mai con l’ETA, mentre il partito socialista ogni tanto tratta con questi terroristi cercando di giungere a qualche accordo.

Il 12 marzo 2004, giorno dell’attentato a Madrid, Aznar dichiarò subito senza esitazioni che fosse stata opera dell’ETA, quando poi invece si trattò di attacco terroristico da parte di Al Qaeda.

Nessun commento:

Politics Top Blogs Directory of Politics/law/government Blogs feeds2read http://www.wikio.it