Ricerca personalizzata
Ricerca personalizzata

sabato 5 luglio 2008

I principi generali di diritto in ambito internazionale

Da ogni trattato è possibile estrapolare norme o principi. Il singolo principio si può fondare su una pluralità di norme o su di una sola.

Quadri: egli sostiene che fra principi di diritto internazionale ve ne sono due specie:

v pacta sunt servant ( i trattati devono esser osservati)

v consuetudo est servant (la consuetudine deve esser osservata)

Questi due tipi riguardano caratteristiche di struttura nell’ordinamento internazionale. Essi non indicano dei principi bensì norme di struttura. Un principio può esser ad esempio “il divieto d’ingerenza negli affari altrui”, oppure “uno stato non può giudicare un altro stato” (l’equity, ma essa in realtà non è un principio, è un concetto sconosciuto ai sistemi romanistici, caratteristico dei sistemi di common law applicati in Gran Bretagna, Irlanda, USA, Australia).

Il diritto internazionale affonda le radici nella common law e nella civil law, ma non tutti i pirincipi sono espressi in esse, a le radici ma non ammette tutte le teorie e discipline.

Dai principi generali o bellici si devono distinguere i principi generali riconosciuti dalle nazioni civili.

Articolo 33 (statuto Nazioni Unite) : 1. Le parti coinvolte in una controversia che possa mettere in pericolo il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale, dovranno tentare di dirimerla attraverso negoziati, mediazioni, conciliazione, arbitrato, provvedimento giudiziale, oppure ricorrendo ad organizzazioni territoriali, ad accordi, o ad altri mezzi pacifici di loro libera scelta. 2. Il Consiglio di Sicurezza, ove lo ritenga necessario, inviterà le parti a dirimere regolare la loro controversia mediante tali mezzi.

Articolo 37 (statuto Nazioni Unite): 1. Se le parti coinvolte in una controversia della natura indicata nell’Articolo 33, non riescono a dirimerla con i mezzi indicati nello stesso Articolo 33, esse dovranno ricorrere al Consiglio di Sicurezza. 2. Se il Consiglio di Sicurezza ritiene che la continuazione della controversia possa mettere in pericolo il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale, esso deciderà se agire a norma dell’Articolo 36 o raccomandare l'adozione della soluzione ritenuta più appropriata.

Articolo 38 (statuto Nazioni Unite): Senza pregiudicare quanto previsto dalle disposizioni degli Articoli 33 e 37, il Consiglio di Sicurezza, se le parti coinvolte in una controversia lo richiedono, potrà rivolgere ad esse raccomandazioni per una soluzione pacifica di tale controversia.

Il trattato delle nazioni unite indica una gerarchia di parametri che la corte deve seguire per decidere le controversie. I principi generali di diritto riconosciuti dalle nazioni civili (la civiltà è connessa con la conoscenza dell’agricoltura) sono fondamentali nel diritto internazionale. Abbiamo quindi gli Stati ( nazioni civili) e le entità politiche (nazioni incivili). Il primo stato non cattolico ad esser riconosciuto come tale è stato l’impero turco.

Le consuetudini sui generis stanno negli elementi costitutivi. L’opinio iuris e la diuturnitas sono essenziali entrambi per la consuetudine. La diuturnitas non va ricercata nei rapporti internazionali ma va verificata all’interno degli ordinamenti statali, va ricreata nella vita interna degli stati.

Inoltre è anche possibile valutare la costituzionalità dei principi internazionali (secondo una certa dottrina). Ma le norme ed i principi previsti da un ordinamento statale sono norme interne, quindi non ha senso che un altro ordinamento le valuti se non per ragioni valide. L’articolo 10 della Costituzione italiana fa riferimento alle norme internazionali generalmente riconosciute. I principi non hanno rilievo generalizzato, non riguardano quel sottosistema della corte internazionale di giustizia.

Nessun commento:

Politics Top Blogs Directory of Politics/law/government Blogs feeds2read http://www.wikio.it